News

29/09/2017

Bocuse d'or, il campione del mondo degli chef

EVENTS

Il Bocuse d’Or è il più importante concorso di cucina internazionale, seguito e ambito quanto i Giochi Olimpici nel mondo della cucina. Si tiene ogni due anni sempre a Lyon: 24 tra i più brillanti cuochi provenienti dal mondo intero si affrontano per vincere il titolo di meilleur cuisinier du monde e la famosa statuetta d’Oro. Ad Alba si terrà questa domenica la selezione italiana, a cui seguiranno quella continentale e infine la finale del 2019. Sono quattro i giovani chef italiani che domenica ad Alba si contenderanno il ruolo di rappresentanti dell’Italia, tra loro il piemontese Paolo Griffa, ex allievo di Davide Scabin al Combal.Zero di Rivoli che oggi lavora Restaurant Serge Vieira a Chaudes-Aigues, che da tempo collabora con Pavoni. Siamo quindi stati immediatamente entusiasti ed onorati di poterlo sostenere in questo percorso, di formazione e scambio delle scienze gastronomiche. Un team di lavoro che oltre Pavoni ha coinvolto tante aziende e tanti maestri e chef di esperienza: il Coach Cristian Broglia, i mentori come Emmanuele Forcone in vece di tecnico, Igles Corelli per la sua conoscenza tecnica sulla carne e le cotture, Pino Cuttaia per la ricerca del prodotto e il suo gusto mediterraneo e pulito, Guido Mori per le sue conoscenze chimiche e allenatore tecnico scientifico, Marco Sacco per la sua organizzazione e metrizzazione degli spazi di lavoro, Cristina Bowerman per le sue conoscenze tecnologie e tecniche di lavoro, Serge Vieirà come esperto nel concorso ed esteta. Ad Alba domenica sarà una giuria composta da una trentina di cuochi, tutti stellati, di ogni parte d’Italia a decidere il vincitore. Giuria che sarà presieduta da Enrico Crippa lo chef a sua volta “tre stelle” nel ristorante Piazza Duomo di Alba. Lo stesso Crippa poi presiederà l’Accademia che allenerà il vincitore per la finale torinese

Forza #teamgriffa !!!

Condividi Facebook Twitter Pinterest